Rimaniamo in contatto, seguimi su:

Magistratura. Massima indipendenza, ma anche disciplina e responsabilizzazione

Avvenire“Ritornano frequentemente, in parte dell’opinione pubblica, atteggiamenti di critica alla magistratura ordinaria, considerata detentrice di penetranti poteri nei confronti dei cittadini, ai quali non corrisponderebbero forme adeguate di responsabilità. Una recente pronuncia della Corte costituzionale ci consente uno sguardo più equilibrato sulla questione, e va dunque segnalata da parte di una rubrica come la nostra, per sua natura attenta ai rapporti tra sentimento popolare e attività dei magistrati”. Inizia così la rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire, che Renato Balduzzi dedica alla sentenza n. 197/2018 della Corte, depositata lunedì scorso, e ai principi che in essa vengono enunciati.

Per leggere il testo dell’articolo, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 15 novembre 2018.

Scrivi un tuo commento.

*